La Provincia di Roma

Monitoraggio e gestione del lupo

Lupi_Servizio Naturalistico Parco Regionale dei Monti Simbruini

La Città metropolitana di Roma Capitale ha realizzato il progetto ''Monitoraggio e gestione del lupo nella provincia di Roma'' (PLP), elaborato dal personale tecnico di questa Amministrazione, del Dipartimento di Biologia e Biotecnologie “Charles Darwin” Università degli Studi di Roma “Sapienza” (DBBCD) e del Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini (PNRMS).

Il territorio metropolitano di Roma si colloca in posizione strategica, al centro dell’areale di presenza del lupo in Italia centrale, ed è quindi critico per assicurare la connettività demografica e genetica della popolazione di lupo su scala nazionale. Nelle stesse aree, del resto, sono particolarmente rilevanti attività umane di interesse economico e tradizionale, come la pastorizia; queste vanno tutelate e valorizzate, specialmente nell’ottica di un sostegno delle attività economiche secondarie ed in aree disagiate.

Lo scopo del progetto è stato quello di facilitare l’acquisizione di conoscenze affidabili per descrivere, caratterizzare e quantificare il fenomeno del conflitto lupo-zootecnia nel suo divenire, e quindi acquisire gli strumenti gestionali essenziali: dal monitoraggio delle popolazioni di lupo alla quantificazione dei danni alla zootecnia e del comparto zootecnico su scala provinciale; dall’elaborazione di piani di monitoraggio, allo sviluppo di modelli predittivi di idoneità ambientale ed all’elaborazione di una strategia gestionale, passando per una corretta divulgazione e sensibilizzazione, sia del pubblico che del personale preposto e sensibilizzare maggiormente il personale amministrativo (aree protette, comuni, comunità montane, città metropolitana) sui problemi gestionali relativi alla presenza del lupo sul territorio e sulle possibili soluzioni.Dato il carattere innovativo del progetto, e l’attualità economica e sociale delle problematiche affrontate anche in altri ambiti amministrativi (Città Metropolitane, Province, Regioni) sul territorio nazionale, è nostra convinzione che i risultati del presente progetto, se opportunamente valorizzati, possano rappresentare un modello valido anche in altri ambiti amministrativi, possibilmente su più ampia scala, per arrivare a soluzioni di monitoraggio e gestione del lupo più affidabili e razionali. Le attività previste nel progetto sono state:
  • realizzazione di una banca dati del lupo nel territorio della Città metropolitana di Roma Capitale;
  • avvio di un piano di monitoraggio standardizzato nel Parco dei Monti Simbruini;
  • istituzione sperimentale di una Task Force del lupo;
  • realizzazione di un corso sull’accertamento dei danni al bestiame;
  • analisi dei danni da lupo sul territorio metropolitano;
  • creazione di un modello di idoneità ambientale del lupo;
  • individuazione di una strategia per la conservazione e gestione del lupo nel territorio metropolitano.

Lo scorso 15 dicembre a Subiaco presso il Centro polifunzionale – Porta del Parco sono stati presentati i risultati di questo progetto.  Nell’ambito di tale incontro, che ha visto la partecipazione di 87 soggetti tra Parchi regionali, ASL, CFS, Corpo della Polizia Provinciale, Servizio Agricoltura e Agriturismo, Servizio Caccia e Pesca della Città metropolitana di Roma Capitale, Associazioni, Istituto Zooprofilattico Lazio e Toscana, ricercatori dell’Università Sapienza, è stata proposta e illustrata la strategia gestionale la cui applicazione richiede una scala geografica adeguata che tenga conto della dinamica e della distribuzione della specie.   Solo attraverso la piena condivisione del modello gestionale tra Enti con competenza in gestione faunistica e pianificazione territoriale è possibile attuare una reale politica di mitigazione del conflitto per arrivare a soluzioni di monitoraggio e gestione del lupo più affidabili e razionali.

Per ulteriori approfondimenti rispetto ai risultati ottenuti nel progetto si possono consultare, in allegato, i documenti finali prodotti nell’ambito del progetto stesso:

  • Ciucci P., 2012. Monitoraggio e Gestione del lupo nella provincia di Roma. Relazione tecnica finale. Dipartimento V, Servizio I Ambiente, Provincia di Roma, pp. 263 disponibile presso il Servizio Aree protette e parchi regionali della Città metropolitana di Roma Capitale (f [dot] mariniatcittametropolitanaroma [dot] gov [dot] it);
  • PNRMS, 2012. Monitoraggio e Gestione del lupo nella provincia di Roma. Relazione tecnica finale. Dipartimento V, Servizio I Ambiente, Provincia di Roma, pp. 159, www.simbruini.it;
  • Galluzzi A., 2014. Monitoraggio e Gestione del lupo nella provincia di Roma. Relazione della fase di   aggiornamento (1°) dei dati di presenza del lupo e dei danni al patrimonio zootecnico, pp. 36. www.simbruini.it

Per informazioni: dr.ssa Francesca Marini - Servizio Aree protette, tutela della flora e della biodiversità - Dip. IV - Città metropolitana di Roma Capitale (cell. 342 3209962; e-mail: f [dot] mariniatcittametropolitanaroma [dot] gov [dot] it )

14 Dicembre 2015
Descrizione Dim Tipo
Relazione_aggiornamento_PL_2013.pdf 2.423 Kb Documento (pdf)
Relazione Finale BBCD.pdf 7.711 Kb Documento (pdf)
Realazione_Finale_lupo_Parco Regionale Monti Simbruini.pdf 9.531 Kb Documento (pdf)

XHTML 1.0 Valido!|RSS Validi