La Provincia di Roma

PEC

Logo PEC Provincia di Roma







Gli indirizzi PEC attualmente attivati dalla Provincia di Roma sono
:

• protocolloatpec [dot] provincia [dot] roma [dot] it – destinata alla ricezione di tutti i messaggi/istanze di carattere generale diverse da quelle elencate di seguito.
formazioneelavoroatpec [dot] provincia [dot] roma [dot] it – destinata alla ricezione di tutti i messaggi/istanze inerenti le attività di formazione e avvio al lavoro facenti capo al Dipartimento III “Servizi per la Formazione, il lavoro e la qualità della vita”.
• notificazioniatpec [dot] provincia [dot] roma [dot] it - destinata alla ricezione di tutti i messaggi/istanze inerenti le attività di notifica atti ai sensi dell’art. 149 bis, comma 1 del Codice di Procedura Civile.

Oltre ai citati indirizzi di posta elettronica certificata (collegati al Protocollo Interno dell’Amministrazione provinciale) ci sono altri indirizzi attivi di PEC, utilizzati dal Dipartimento III - Servizi per la Formazione, il Lavoro e la Qualità della vita.
Gli indirizzi PEC in questione (non collegati al Protocollo Interno ma comunque attivi e validi a tutti gli effetti) sono:
sildatpec [dot] provincia [dot] roma [dot] it , la sola PEC di competenza dell' Ufficio SILD - Servizio Inserimento Lavorativo Disabili,  destinata alla ricezione di tutti i messaggi e di tutte le istanze inviati sia dai cittadini che dalle aziende (comprese le richieste verifiche di ottemperanza);
formazione [dot] lavoroatpec [dot] provincia [dot] roma [dot] it  destinato a ricevere tutte le comunicazioni/richieste di ordine generico di competenza del Dipartimento III;
ufficiogestioneatpec [dot] provincia [dot] roma [dot] it  di competenza del Dipartimento III e destinato a risposte informative sui corsi di formazione, DURC, comunicazioni, richieste amministrative da parte degli Enti di Formazione.


Che cos’è la PEC?
La PEC è un sistema di posta elettronica particolarmente sicuro sottoposto a specifiche regole tecniche ed in grado di certificare la trasmissione del messaggio per mezzo delle ricevute di accettazione e consegna fornite dai gestori di PEC del mittente e del destinatario.
Facendo un paragone con le “spedizioni tradizionali”, la posta elettronica è come una lettera ordinaria mentre la posta elettronica certificata è come una raccomandata con ricevuta di ritorno (A/R) e, quindi, può essere utilizzata quando sia necessario avere una prova opponibile a terzi dell’invio e della ricezione di un determinato documento.

HAI UNA PEC E DEVI INVIARE UN DOCUMENTO INFORMATICO ALLA PROVINCIA DI ROMA?

In quale formato è consigliabile inviare i documenti alla Provincia di Roma tramite PEC?
Si consiglia di inviare i documenti in formato PDF o PDF/A (le dimensioni degli allegati non devono superare i 40Mb).

Come devono essere presentate le istanze alla Provincia di Roma?
Firmate con firma digitale o firma elettronica qualificata, oppure allegando la scansione (formato PDF o PDF/A) dell’istanza sottoscritta e scansione (formato PDF o PDF/A) del documento di identità dell’istante.

Come viene attestata la correttezza della trasmissione?
Il messaggio di posta elettronica certificata si intende consegnato alla Provincia di Roma quando il mittente avrà ricevuto:
1. La ricevuta di accettazione
2. La ricevuta di consegna

Si fa presente che la trasmissione da un indirizzo di posta elettronica non certificato equivale alla spedizione tradizionale con posta ordinaria e, quindi, non è possibile avere una prova avente valore legale della correttezza della trasmissione.

Pertanto una trasmissione può essere considerata posta certificata solo se le caselle del mittente e del destinatario sono entrambe caselle di posta elettronica certificata.

Più in generale per entrare in contatto diretto con l’Amministrazione provinciale di Roma senza dover conoscere a priori il destinatario della richiesta e senza l’obbligo di recarsi personalmente presso gli uffici dell’Ente, è a disposizione l’indirizzo di posta elettronica  infoatprovincia [dot] roma [dot] it .

L’indirizzo  infoatprovincia [dot] roma [dot] it rappresenta, dunque, una sorta di “ponte virtuale” tra il cittadino-utente e l’Ente Provincia per ottenere risposte rapide ed esaustive alle problematiche esposte.

In quale formato è consigliabile inviare i documenti?
Nel caso in cui si decida di inviare all’Amministrazione anche dei documenti, si consiglia di spedire la documentazione in formato PDF o PDF/A (le dimensioni del singolo file non devono superare i 5 MB).

XHTML 1.0 Valido!|RSS Validi